Moto GP 19: nuovi traguardi per il racing game Milestone

Moto GP 19: nuovi traguardi per il racing game Milestone


la nuova edizione del videogioco della
moto gp parte decisamente in vantaggio rispetto
a quella dell’anno scorso il team italiano ha messo in campo un
impegno produttivo senza precedenti miglioramenti alla fisica una maggiore
abilità nell’utilizzo della trial angel rifiniture alla modalità carriera per
renderla più appassionante in meno interattivo e soprattutto una nuova
intelligenza artificiale definita con l’acronimo anna è sviluppata grazie alle
reti neurali che cambia completamente l’approccio le traiettorie e i risultati
dei piloti avversari in pratica il sistema a destra
progressivamente l’intelligenza artificiale insegnandole prima i
rudimenti della guida e poi tutti i criteri necessari a gestire le curve la
velocità la presenza di altri sfidanti sul circuito un dettaglio importante da
chiarire è che anna in moto gp 19 non sarà adattiva non funzionerà quindi come
i drive a tardi forza motosport quando il titolo uscirà nei negozi i piloti
controllati dalla cpu saranno già perfettamente allenati dopo aver
compiuto milioni di giri su tracciati virtuali ciononostante anna non sarà mai
davvero infallibile d’altronde anche in questa edizione ci
sarà il selettore che vi permetterà di gestire in una scala percentuale che
sale fino al 120 per cento la perizia dell’intelligenza artificiale
rispetto alle passate edizioni è evidente anche un altro aspetto
probabilmente importantissimo per i più attenti fan del gran premio
i tempi migliori registrati sui tracciati digitali sono finalmente più
vicini a quelli reali il merito è di una simulazione fisica che di anno in anno
migliora sensibilmente e che in moto gp 19 si è concentrata soprattutto sui
pneumatici dal momento che durante il weekend in pista sarà necessario anche
tener conto dell’usura delle gomme del resto il numero di pneumatici che
avremo a disposizione sarà limitato quindi non potremo permetterci di
cambiarli quante volte vorremmo al passaggio dalle prove libere alle
qualificazioni e poi alla gara vera e propria per quanto riguarda la
salita carriera la novità più importante è forse quella che permette di iniziare
il nostro percorso partendo da qualsiasi categoria
cominciando magari dalla moto2 per provare ad esempio le novità di questa
stagione oppure direttamente dalla moto gp
interessante anche il fatto che all’inizio della carriera sia possibile
scegliere l’assetto della propria moto affrontando una sorta di messa a punto
che vi permetterà di scegliere fra diversi settaggi durante la carriera
ovviamente potrete apportare ulteriori migliorie a mezzo in una sorta di
progressione che vi accompagnerà per tutta la stagione a livello di contenuti
moto gp 19 non vuole farsi mancare niente ed oltre alle categorie
principali include anche le moto e con una fisica molto diversa da quella
classica e due categorie storiche in questa edizione inoltre troverà spazio
anche una serie di prove pensate per ripercorrere i momenti indimenticabili
del gran premio la novità più interessante perché gioca online e poi
senza ombra di dubbio l’arrivo dei server privati
moto gp 19 si appoggia sull’infrastruttura di amazon e questa
scelta garantisce finalmente condizioni più eque per tutti i giocatori
sempre restando in tema online la nuova gestione prevede che l’utente scelga in
quale lobby entrare senza contare la possibilità di creare stanze private per
invitare gli amici in moto gp 19 potremmo anche interpretare due nuove
figure che operano a livello logistico una sorta di direttore di gara che avrà
il compito di organizzare i campionati decidere le regole ed eventualmente
sanzionare i giocatori scorretti ed un più classico broadcaster che avrà tutti
gli strumenti per trasmettere anche le partite le ultime migliorie di moto gp
19 riguardano infine l’utilizzo dell’area l’engine con cui i ragazzi di
milestone anormali una buonissima confidenza poco a poco il colpo d’occhio
sta diventando più efficace di impatto persino televisivo anche su questo
fronte insomma l’edizione di quest’anno si distanzia
notevolmente dalla prezzo dente moto gp 19 ribadisce quindi di
essere un capitolo che punta in alto deciso a tagliare il traguardo fra gli
applausi dei fan

17 Replies to “Moto GP 19: nuovi traguardi per il racing game Milestone”

  1. l'online l'hanno messo a posto? in motogp18 era impossibile fare una serie di partite senza incontrare disconnessioni o lag… oltretutto… il sistema di penalità? il sistema dev' essere punitivo per scoraggiare i cosiddetti "rammers" cose un po più importanti rispetto all'ia che gia nei vecchi capitoli era più che discreta.

  2. Anche le premesse del 18 erano tanta roba,ma poi si è rivelato un vero disastro in tutto,in più abbandonato e non supportato.Spero che almeno un mezzo passo in avanti lo abbiano fatto su un pò tutte le cose,anche se non è giusto buttare 70 euro e dover sperare in un buon titolo per poi ritrovarsi un prodotto mediocre con i soliti difetti e problemi da anni.

  3. In un video gameplay è stato mostrato, anche, come finalmente l'ia consumi le gomme e non parti in gara con sempre la coppia s-s, ma scelga anche le h e le m. Questo è gia una gran aggiunta a tutto il malloppo mostrato. Aspettiamo ora 6 per toccare con mano questo capitolo

  4. A livello di contenuti è uno dei migliori capitoli fin ora. Non vedo l'ora di provare i piloti storici in situazioni differenti rispetto a quelle di Rossi su VR The Game. Spero che la carriera manageriale e la possibilità di creare il proprio team venga implementata di nuovo, poichè era anche una delle poche cose veramente belle di MotoGP 2017 (se non sbaglio). L'unico vero e proprio peccato che, dal mio punto di vista, ho incontrato è stato vedere come la grafica sia stata nuovamente "trascurata" in alcuni casi… i piloti e la moto sembrano ancora un tutt'uno (almeno in base a ciò che è stato possibile vedere nel primo gameplay), cosa che si era provata ad eliminare in MotoGP 2018, facendo piegare la schiena dei piloti in curva e, se pur era poco realistico il movimento del tronco del pilota, era molto più realistico e bello da vedere rispetto all'orrenda staticità dei piloti nei capitoli precedenti. Un'altra cosa che mi ha dato subito nell'occhio tramite il primo gameplay è stato il cambio dei riquadri di velocità e di segna-giri della gara in alto nello schermo… ora sembrano proprio un pugno nell'occhio per colori e stile e, a mio parere, hanno, ovviamente sbagliando, tolto tutto il "dinamismo" e la trasparenza dei due riquadri del capitolo precedente. Ultimo mio grande desiderio è il fatto che le gare siano decisamente più realistiche, ad esempio, durante una gara sul bagnato, che andassero forti i veri piloti forti del bagnato, come Miller e Petrucci, non solo i soliti due MM93 e AD04, che combattono in ogni gara di MGP18 per la vittoria e che, almeno a me, hanno stufato parecchio.
    Nonostante ciò, anche se le speranze che ho elencato non verranno "accolte", comprerò il capitolo da grande fan dello sport e, che dire, INCROCIAMO LE DITA e speriamo che la Milestone faccia davvero un gioco degno di questo nome e di questo sport!

  5. Ma è come lo scorso anno la carriera x lo sviluppo che non potevi sviluppare tutta la moto ma scegliere cosa migliorare

  6. Ma alla fin fine una modalità carriera come f1 2019 non potevano farla?io sinceramente non concepisco che nel 2019 esistano ancora giochi così piatti!! che come differenza rispetto ai precedenti ha solo qualche piccola miglioria e stop, bha, su f1 2019 a parte che hanno aggiunto la f2, ma nella carriera vi è una vera e propria storia narrativa stile Alex hunter,e con due personaggi famosi che non è poco!! per non dire della grafica pazzesca

  7. Millestone non mi frega più. Dopo due schifezze immense, due furti ai consumatori, c'è ne vorrà per convincermi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *